< Your SEO optimized title

Le agenzie Progetto Assistenza Genova 1, Genova 4 e Genova 5 sono affiliate a Professione In Famiglia ed operano come sezioni territoriali di questa associazione nazionale.

Professione in Famiglia intende:

  • Monitorare il fabbisogno delle famiglie attraverso la propria rete territoriale;
  • Sollecitare tramite pubblici dibattiti le problematiche della famiglia;
  • Allacciare rapporti con il mondo dell’associazionismo locale che, supportato da uno stato efficiente, assuma un ruolo fondamentale di integrazione nei servizi sociali;
  • Creare le condizioni perché il rapporto di lavoro domestico si basi sulla reciproca collaborazione e rispetto;
  • Fornire alle famiglie associate  il supporto tecnico qualificato per le procedure di regolarizzazione del lavoro domestico;
  • Produrre progetti formativi per il lavoro domestico;
  • Convenzionarsi con strutture qualificate e autorizzate per la somministrazione di lavoratori domestici;
  • Procurare agli associati opportune convenzioni e mutualità nel ramo della salute, della cultura, del tempo libero, della casa ;
  • Produrre periodici momenti di approfondimento con esperti selezionati sulle tematiche che impattano sulla famiglia;

Professione in Famiglia aiuta le famiglie e le imprese del settore dell’assistenza alla persona attraverso prestazioni utili e professionali, nonché con convenzioni vantaggiose e mutualistiche.

I servizi possono essere forniti ai soli iscritti all’associazione.

SERVIZI OFFERTI 

  • Gestione amministrativa del rapporto di lavoro domestico
  • Aiuto nella ricerca di personale domestico
  • Ricerca di personale specializzato  alla cura delle persone
  • Consulenza Legale per contenzioso sul lavoro


 

L'OPERATORE D'AIUTO

prev next
  • Assistenza domiciliare
  • Assistenza ospedaliera
  • Preparazione al pasto
Una passeggiata mano nella mano per raccontare ricordi di un tempo che pare ormai perduto. Spesso basta solo questo per rendere più piacevole e allegra una giornata di un uomo, di una donna dai capelli ormai bianchi. Spesso basta solo questo per sconfiggere la solitudine e per non pensare agli acciacchi che la vecchiaia inesorabilmente porta. Per fortuna ci sono loro, gli “operatori d’aiuto”, veri e propri angeli che arrivano in soccorso portando sollievo e assistenza concreta a tutte quelle famiglie che, per lavoro, perché lontane o per altri motivi, non possono occuparsi degli anziani.

Specializzato nell’attività di ausilio familiare, l’operatore d’aiuto possiede la giusta competenza nel fornire comprovata professionalità e adeguato supporto psicologico all’assistito, ai suoi familiari e al contesto socio sanitario assistenziale. I suoi servizi, in particolare, prevedono igiene ambientale, igiene personale, preparazione del cibo e, ancor più importante, compagnia e “cura spirituale”. Perché una carezza, un sorriso, una parola dolce a volte sono più efficaci e dirette di qualsiasi cura medica.

Non a caso l’operatore viene definito “d’aiuto” proprio perché può intervenire e operare laddove una famiglia manifesti l’esigenza di avere assistenza per un familiare anziano autosufficiente e non. Il servizio può essere fornito anche in regime di convivenza e garantito in continuità operativa. A partire da novembre 2016 un centinaio di imprese hanno adottato l’accordo sindacale, assunto circa 2500 operatori e fornito oltre 6000 prestazioni di servizio. Non sono solo numeri ma realtà concrete. Tra  queste imprese ci sono le agenzie Progetto Assistenza che operano su tutto il territorio genovese, alle quali ci si può rivolgere per richiedere il supporto di un Operatore d'aiuto.

Chi è e cosa fa

L’Operatore d’aiuto è una nuova figura professionale che, attraverso una impresa, fornisce il servizio di assistenza alla persona.

Il servizio garantisce:

  • compagnia e accompagnamento;
  • aiuto nell’igiene personale;
  • preparazione ed eventuale somministrazione del cibo;
  • igiene ambientale.
  • interazione psico-sociale all’interno della famiglia e nel contesto esterno
  • prevenzione antinfortunistica domestica

Il personale è selezionato e specializzato.

Come si configura il rapporto di servizio

La famiglia acquista il servizio dall’impresa (normalmente una cooperativa sociale), stipulando un contratto di servizio.
Il costo è commisurato alla condizione dell’assistito e alle ore di servizio richiesto.
Il servizio può essere svolto anche in regime di convivenza.
Viene garantita la continuità del servizio sempre e comunque.
L’operatore d’aiuto può essere sostituito in qualsiasi momento.
Il servizio è coperto da specifica polizza assicurativa per danni arrecati a terzi.

Agevolazioni fiscali e sussidi

Valgono le stesse regole previste per i lavoratori domestici.
Nel caso di non autosufficienza con operatore qualificato, si può portare a detrazione fiscale (19%) l’intero costo del servizio.
Nel caso di polizza assicurativa, sincerarsi che venga coperto il servizio dell’operatore d’aiuto.
Nel caso di sussidi o agevolazioni regionali o comunali, sincerarsi con l’azienda che vengano riconosciuti anche per l’operatore d’aiuto.




- - http://progettoassistenzagenova.it/ 2017-09-22